fbpx
« Elenco merceologico

Prodotti reali, oggetti BIM

Durante il convegno verranno trattati i temi riguardanti l’importanza degli “oggetti BIM” in particolare l’evoluzione che gli stessi hanno avuto rispetto ai classici “Blocchi CAD”. Quanto gli “oggetti BIM” necessitino di informazioni accurate, dettagliate (sia geometriche che metadati), classificate e in multiformato. Verranno mostrati esempi pratici di utilizzo da parte di progettisti di questi oggetti.

 

Dai blocchi CAD alle librerie BIM: i vantaggi per i progettistiPasquale Iacovone – Archiproducts

Digitalizzazione  delle  informazioni  prestazionali:  standard, classificazioni  e  applicazione  ai  modelli  BIM – Paolo  Bertini – Harpaceas

Multiformato, incluso il supporto alla AR/VR degli oggetti BIM – Massimo Guerini – BIMobject

Implementazione oggetti BIM nella tecnologia del cassero a perdere – Caso Studio Pontarolo – Federico Lenarduzzi – Fermat Design

 

Model & Code Checking

La qualità di un progetto BIM passa attraverso l’attività di Model & Code Checking. La validazione del modello (BIM Validation), il controllo delle interferenze (Clash Detection) e le verifiche normative (Code Checking) sono gli ingredienti fondamentali del coordinamento e della validazione di un processo BIM. Durante questa sessione vedremo: quali sono i riferimenti di legge e normativi; Come si sviluppa il flusso di verifica e coordinamento in ambiente OpenBIM a partire dai modelli di authoring; Casi reali di applicazione.

 

Introduzione e aspetti normativi – Paolo Bertini – Harpaceas

BIM Validation, clash detection e Code Checking – Paolo Bertini – Harpaceas

Progetti BIM e Model Checking: esempi applicativi  – Franco Rebecchi – BimO

 

Il BIM per le infrastrutture

Il BIM per le infrastrutture riguarda la pianificazione, la progettazione e la costruzione di opere quali, ad esempio, strade, ferrovie, aeroporti, porti e tutte quelle opere che hanno una forte interconnessione con il territorio nel quale sono inserite.
Il BIM per le Infrastrutture presenta caratteristiche molto diverse dal BIM per gli edifici, diversità che devono essere risolte con strumenti e soluzioni apposite.

 

Modellazione informativa e interoperabilità nella progettazione di strade e autostrade – Stefano Coletto –  SierraSoft

Modellazione informativa, interoperabilità e Ambienti di Collaborazione nella progettazione di opere infrastrutturali – Paolo Sattamino – Harpaceas

SAL e SIL tramite i modelli as_built: anche per le infrastrutture la contabilità tramite quantity take off e regole di calcolo – Paola Giordani, Riccardo Scalari – STR Teamsystem

 

BIM e Facility Management: gestire le informazioni per gestire il patrimonio immobiliare

Sebbene sia opinione comune che i massimi vantaggi dell’utilizzo della metodologia BIM si riscontreranno nella fase di gestione dell’opera, le più significative applicazioni di questa metodologia si ritrovano in altre fasi del processo edilizio. Ci stiamo sbagliando o forse dobbiamo ancora trovare la chiave di volta per far dialogare due discipline, il Project ed il Facility Management, che sono contigue ma diverse? In questo intervento ci occuperemo di capire quale sia il ruolo del BIM in un’ottica di Facility Management e di illustrare alcune soluzioni operative per mettere in comunicazione progetto e gestione.

 

Ma al Facility Manager, cosa interessa del BIM? – Michele Carradori – Contec Ingegneria

Dal Project information Model all’Asset Information Model: caratteristiche e vantaggi di un processo integrato finalizzato al Facility management – Elvio Benatti (Paola Giordani) -Teamsystem

Il valore del progetto: pensare il Facility Management – Hilario Bourg – Graphisoft

Integrazione tra tradizione e innovazione nella gestione del patrimonio immobiliare complesso dei beni culturali – Gianluca Balzarini, ENGEKO  – Consorziato SEQUAS

Il valore dei dati BIM nei processi di Facility Management – Luca Moscardi – Lemsys

 

BIM-GIS: integrazione del BIM nei sistemi informativi territoriali

Santi Sarica – One Team

I Sistemi Informativi Territoriali devono gestire formati di dati sempre più ibridi, anche provenienti da progetti sviluppati con processi BIM, che costituiscono ormai una metodologia consolidata per la progettazione e richiesta dalla normativa.

Questo implica una importante rivoluzione in tutti i Sistemi Informativi Territoriali per orientare lo sviluppo del Territorio, garantendo la congruenza delle informazioni e delle analisi gestite nell’ambiente GIS e di quelle prodotte attraverso processi BIM.

Esempi di applicazione: come i modelli BIM possono essere integrati e valorizzati all’interno di un SIT.

 

Il BIM per la riqualificazione energetica degli edifici scolastici

Anna Chiara Castagna –  Logical Soft

Durante l´incontro svolgeremo con il software TERMOLOG un esempio pratico di diagnosi energetica dinamica di un edificio scolastico con la norma UNI EN ISO 52016, dal rilievo dei dati di progetto  per la creazione del modello BIM alla definizione dei dati in condizioni reali di utilizzo: i consumi, i costi sostenuti, il clima esterno, i profili d´uso fino alla calibrazione del modello di diagnosi.

 

Saper progettare e costruire con il BIM: il valore della certificazione

L’evento organizzato da ICMQ ha l’obiettivo di evidenziare il valore della certificazione per quanto riguarda sia le diverse figure professionali (specialst, coordinator, manager), sia le organizzazioni. Il varo della norma uni 11337 (parte 7) prevista a breve costituirà oggetto di illustrazione, così come verranno sottolineate le modalità e le competenze necessarie ad acquisire la certificazione. Attraverso alcune testimonianze di operatori certificati (persone e organismi) si farà emergere l’importanza della certificazione come mezzo per raggiungere opportunità professionali e sul piano della competizione nazionale e internazionale.

 

Reclutamento nei settori privato e pubblico: competenze attestate, certificate e titoli a valore legale – Andrea Groppello  – IUAV ALUMNI/IUAV-Dcp

La certificazione degli esperti BIM in conformità alla nuova norma UNI 11337-7 – Giuseppe Mangiagalli – ICMQ

Le motivazioni e i vantaggi della certificazione delle proprie competenze – Fabrizio Tacchino –  ITINERA

La certificazione del Sistema di Gestione delle organizzazioni che operano in Bim” –  Massimo Cassinari  -ICMQ

I vantaggi della certificazione del sistema di gestione Bim – Daniel Carta e Gabriele LantiniManens-Tifs

 

Il BEP (BIM Execution Plan): significato, forma e funzione di un documento chiave del processo BIM

Lo sviluppo di un efficace BIM Execution Plan è l’aspetto che fa la differenza in un progetto di successo basato su metodologia BIM. Il piano, spesso abbreviato come BEP, è sviluppato sia pre che post contratto e rappresenta il percorso preparato dal team di progettazione per raggiungere e rispettare gli obbiettivi e i requisiti definiti dal Committente. A valle dell’inquadramento dell’ambito tecnico normativo procedurale in cui si inserisce questo documento, attraverso l’approfondimento di concreti casi studio, verrà dimostrato come il BEP rappresenti quindi un documento chiave del processo BIM.

 

Il BEP (BIM Execution Plan): significato, forma e funzione di un documento chiave del processo BIM – Marta Olivieri – BIMFactory

Indice e struttura di un BEP – Paolo Corbella – A++

Il BEP del progetto del Data Center di ECMWF – European Centre for Medium-Range Weather Forecats – presso l’Ex Manifatturiera Tabacchi di Bologna – Franco Rebecchi – bimO

Pianificare il progetto: Spark One Milano Santa Giulia, un’esperienza concreta – Marco Ferrario, Gianpiero Ottaviano – Progetto CMR

 

Il Common Data Environment a supporto dei processi BIM

Il BIM è l’efficiente gestione del ciclo di vita dell’ambiente costruito supportata dalla tecnologia digitale. E ‘in grado di fornire enormi benefici a tutte le parti interessate. Può farlo, però, solo in presenza di un ambiente di dati comune oltre ad appoggiarsi migliori pratiche di gestione e tecnologie di supporto.

 

Cos’è il CDE e chi ne ha bisogno – Luca Moscardi – Lemsys

CDE contesto normativo e funzionalità base – Paola Giordani – Teamsystem

La gestione dei flussi informativi – Paolo Bertini – Harpaceas

Digitalizzazione dei processi negli appalti pubblici: si può! – Vittorio Frego –  BIMFactory

 

Oltre il BIM, integrazione con la progettazione algoritmica

Hilario Bourg –  Graphisoft

La complessità progettuale sempre crescente risponde alle esigenze di una maggiore capacità di controllo sulla realtà: la connessione fra progettazione algoritmica e BIM costituisce un insostituibile fattore di sviluppo in questa direzione, a tutti i livelli e per tutte le discipline.

 

« Elenco merceologico

Area Riservata








Download materiali

ASSOBIM rende disponibili documenti e file utili relativi al mondo BIM.

Leggi tutto

Soci elenco alfabetico

Lista completa delle aziende associate ad ASSOBIM.

Leggi tutto

Iscrizione newsletter

Ricevi direttamente sulla tua casella le ultime notizie dall’Associazione su attività ed eventi BIM.

Iscriviti